20 agosto 2016

Analisi Settimanale FTSE MIB

Dopo un breve periodo rigenerante torniamo a fare la nostra analisi settimanale sul FTSE MIB, sfortunatamente il sole ancora è ben lontano da Piazza Affari che perde nella settimana centrale di Agosto il 4,05% e porta il parziale da inizio anno ad un pesante -23,8%. 

Gli investitori sembrano aver perso fiducia verso il mercato Italiano le cause sono principalmente tre, ultimo dato del PIL con crescita zero, stress test poco positivi e bocciatura di Monte Paschi non ultimo, potenziale prossima crisi politica in autunno se il referendum non dovesse andare come sperato da Renzi. 

Graficamente il FTSE MIB rimane laterale nell'ampio range posto tra i 15750/17630 con i 16800 a fungere da spartiacque tra la parte alta e bassa del range, il trend di fondo di medio termine rimane ribassista. 
Una accelerazione del movimento si potrebbe avere solo alla rottura decisa su scala settimanale degli estremi, come trading si può provare ad entrare in long in area 16000 con take profit a 16900, in caso di ribasso un ultimo tentativo con un secondo lotto in area 15800, stop e reverse short a 15730 con take profit a 15050. 

Buona settimana e per chi torna al lavoro.. buona ripresa.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

10 agosto 2016

TOP del mese: Luglio

Gentile lettore, come ogni mese ti aggiorniamo sui risultati conseguiti dai Trading System che giornalmente lavorano sui mercati Futures.

 Ricordiamo che tutti i sistemi presenti sul sito sono completamente automatici e funzionanti a pc spento in quanto le strategie sono eseguite su VPS esterna. Tra i migliori TS automatici presenti sul sito segnaliamo:

(clicca la foto per scoprire le performance)

4 agosto 2016

VideoAnalisi FtseMib: la corsa al ribasso è già terminata?

Dopo la brusca discesa del 2 Agosto con l’indice italiano che ha fatto registrare un -2,76%, la formazione di un doppio minimo in area 15970 punti sembra offrire qualche segnale di tenuta dei prezzi.

Ma è sempre bene osservare il quadro generale per capire che ofrse il peggio non è ancora passato. Infatti l’ampiezza della formazione broadening ortodossa che ha inglobato il prezzo per quasi un mese e che è stata rotta al ribasso il 2 agosto, indica che il movimento al ribasso potrebbe non essere ancora stato completato.

Ragion per cui potrebbe essere opportuno valutare l’apertura di posizioni short al retest del prezzo in area 16400, con un primo obiettivo a quota 16200 (apertura di oggi), poi 15970 (minimi degli ultimi 2 giorni), e in estensione quota 15800 punti.



Analisi, studio e grafici a cura di Filippo Giannini - www.TradingFacile.net info@tradingfacile.net


2 agosto 2016

VideoAnalisi: Il Dax è pronto per un aumento di volatilità

Il listino tedesco ha registrato una diminuzione di volatilità nelle ultime sedute, con una contrazione del range proprio in corrispondenza di un importante livello di resistenza dinamico.

Fondamentale sarà osservare da quale parte avverrà il breakout del pattern a range ristretto sul grafico daily.


  • Qualora nella giornata di lunedì il mercato rompesse al rialzo il livello di 10360 si entra long con primo target 10430, poi 10480 ed in estensione 10530; lo stop loss è posizionato all’estremo opposto del range di venerdì scorso, a 10280. 



  •  Se invece il mercato rompesse al ribasso proprio il livello di 10280, anche in caso di precedente breakout al rialzo ed inversione, varrebbe la pena entrare short con primo target 10210, poi 10150 ed infine 10100.




Analisi, studio e grafici a cura di Filippo Giannini - www.TradingFacile.net info@tradingfacile.net




29 luglio 2016

VideoAnalisi: E’ l’ora del FtseMib?

A piazza affari ieri cauto ottimismo tra gli operatori, dopo che il prezzo si era portato in area 17000 punti, prima di rintracciare e chiudere comunque con un +0.99%.

Area 17000 punti rappresenta un livello di resistenza fondamentale nel medio e lungo periodo, come dimostrato in passato, tant’è che anche nel 2013 il superamento di tale livello diede inizio al successivo trend rialzista.

Tuttavia siamo ancora in un clima di indecisione, come dimostrano molte candele Doji degli ultimi giorni; inoltre domani verranno pubblicati i risultati degli stress test su 53 banche europee tra cui 5 italiane, che potrebbero influenzare i listini europei, quindi massima prudenza poiché non è ancora momento per prendere decisione operative.


Analisi, studio e grafici a cura di Filippo Giannini - www.TradingFacile.net info@tradingfacile.net



TOP del mese: Giugno


25 luglio 2016

VideoAnalisi S&P 500, è vera ripresa a Wall Street?

L’SP 500 ha archiviato la settimana appena conclusa in territorio positivo con un +0.61 %. E’ stata la quarta settimana utile consecutiva per il listino americano,che mostra quindi un sentiment di cauto ottmismo tra gli operatori di Wall Street.
Se aggiungiamo il fatto che la Fed tarda ad effettuare manovre di rialzo dei tassi in tema di politica monetaria, non è escluso che potremo assistere nel breve al consolidamento del movimento rialzista.

Al di la di tutto però è bene essere cauti, poiché in un periodo come quello attuale gli ostacoli sono sempre dietro l’angolo. In particolare se dovessimo assistere nel corso della settimana alla tenuta dei minimi in area 2165 punti si potrebbe pensare di andare long con target 2190-2200 punti, stop a 2150.

Se invece si dovesse osservare parecchia azione proprio intorno ai livelli 2160, la rottura decisa del livello posto a 2150 punti aprirebbe alla possibilità di andare short con primo target 2125 e di in estensione 2100 punti.


Analisi, studio e grafici a cura di Filippo Giannini - www.TradingFacile.net -  info@tradingfacile.net


Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting