30 aprile 2016

Analisi Settimanale FTSE MIB

Si chiude una settimana interlocutoria con il FTSEMIB a -0,46% positiva invece la chiusura del mese ma ancora in territorio negativo la performance da inizio anno con un -12,9%. 

Il segnale positivo arriva dall'ottimo recupero del prezzo del petrolio che tra Marzo e Aprile segna quasi un recupero di 30 punti percentuali. Condivido il pensiero di alcuni analisti che si aspettano una crescita del greggio sino a fine estate per poi avere una nuova importante flessione. Questo perchè in estate ciclicamente i consumi dei derivati del petrolio aumentano a causa dell'aumento dei movimenti vacanzieri ma non essendoci segnali di recuperi economici reali, i consumi in inverno potrebbero nuovamente diminuire con un conseguente calo del greggio.


A chi ha seguito le mie indicazioni di acquisto del greggio direi di tenere come target price i 60/65 dollari ma se non dovesse arrivare a quel target personalmente liquido le posizioni a fine estate, per ora godiamoci il +28% che attualmente segna il mio portafoglio sull'ETC.


Graficamente sull'indice viene disegnata una candela di indecisione che non da spunti particolari, il trading range rimane sempre 17600/19000 punti con i 18300 a fungere da spartiacque tra la parte alta e bassa del range. Riconfermo la strategia di settimana scorsa, short in area 19200 con take profit a 18500 e con stop e reverse long 19400 dove il take profit diventa 19900 e lo stop viene impostato a 19200.  

Buona settimana e Buon 1 Maggio per tutti i lavoratori.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

26 aprile 2016

Antiriciclaggio commercialisti e Panama Papers: il caso dei fedelissimi amici di Marine Le Pen

Il recente caso dei Panama Papers ha sconvolto le fondamenta del mondo della finanza mondiale, così come quello della politica, dello spettacolo e dello sport. Infatti, il lungo elenco delle personalità coinvolte dalla vicenda spazia dal Primo Ministro islandese, Sigmundur Davíð Gunnlaugsson, colpevole dell’essere in possesso di una società offshore nell’ormai tristemente celebre paradiso fiscale, alla star del calcio internazionale Lionel Messi. Ma i dettagli che riguardano gli stretti collaboratori di Marine Le Pen, presidente del Front National, mettono in gioco risvolti interessanti per quanto riguarda una questione spesso alla ribalta anche fra i media italiani: l’antiriciclaggio commercialisti. Infatti, è proprio questo l’incarico ricoperto da Nicolas Crochet all’interno del partito, il quale, secondo le indiscrezioni trapelate dai documenti, avrebbe gestito con l’ausilio di Frédéric Chatillon un complicato giro di affari fra Panama, Francia, Hong Kong, Singapore e le Isole Vergini britanniche.

 La migrazione dell’ingente flusso di capitali (si parla di 316 mila euro) affonderebbe le radici nel quadro di un’altra inchiesta, risalente al 2014 e incentrata sui rimborsi elettorali chiesti allo Stato francese dal partito capeggiato da Le Pen. Infatti, pare che la dichiarazione delle spese sostenute dal FN durante la campagna del 2012 abbia insospettito gli inquirenti d’oltralpe, poiché non ritenuta attinente con l’entità della propaganda elettorale. Il tutto sarebbe stato coadiuvato dalla società Riwal, di proprietà dello stesso Chatillon, che ha gestito gli interessi del FN per le elezioni presidenziali e legislative. Quanto trapelato dai Panama Papers rivelerebbe una complessa strategia di trasferimento di denaro a tappe, terminato in un’altra società con sede a Singapore. Oggetto di aspre critiche da parte della maggior parte dei media francesi, il FN si è dichiarato completamente estraneo alla vicenda per mezzo dei suoi stessi collaboratori, Crochet e Chatillon, che hanno ribadito la loro innocenza più volte sui Social Media. Difficile sbilanciarsi nel giudizio di questioni delicate come questa, considerato il non completo accertamento delle notizie fuoriuscite di recente. Certo è che, nonostante le critiche spesso rivolte al nostro sistema legislativo, esso si dimostra molto più funzionale ed efficiente a prevenire rischi di questo tipo. Articolo scritto in collaborazione con Alavie, da oltre 20 anni al fianco di studi commerciali, aziende e grandi imprese per la completa gestione della conformità normativa.


24 aprile 2016

Analisi Settimanale FTSEMIB Borsa Italiana

Si chiude la seconda settimana in recupero per l'indice che chiude con un +2,35%, le perdite da inizio anno rimangono ancora a due cifre con un -12,7%. 

Principalmente il recupero è dato dalla buona performance del reparto bancario e dal recupero del petrolio, chi ha seguito le mie indicazioni di Gennaio, dove consigliavo di accumulare con un ETC, sicuramente inizierà a vederne i benefici. 

Graficamente cambia poco, l'indice rimane sempre nell'ampio range 17600/19000 punti, per questa settimana proverei ad impostare uno short in area 19200 con take profit a 18500 e con stop e reverse long 19400 dove il take profit diventa 19900 e lo stop viene impostato a 19200. 

Non mi resta che augurarvi un buon 25 Aprile e una buona settimana di Trading.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

18 aprile 2016

Analisi settimana FTSEMIB Borsa Italiana

Si chiude una settimana positiva per il nostro indice che ben recupera da area 17600 punti chiudendo sui 18200 punti. La strategia suggerita ad inizio aprile sembra poter essere ancora efficace nonostante qualche operazione in stop.

Il trading range rimane infatti sempre valido tra i 17600 e i 19000 punti in mezzo a questi valori esattamente sui valori attuali di oggi, eviterei di prendere posizione e aspetterei l'indice sugli estremi, short da 18900 e take profit a 18500 oppure in caso di ribasso buy a 17400 con take profit a 18400, posizionare sempre uno stop di 200 punti all'apertura dell'operazione. Ricordo che se dovesse scattare lo stop il segnale rimane valido quindi in caso del ripetersi delle condizioni chi vuole può ripetere il trade.

Segnalo una novità sui trading system sul Forex di Report Night PITSTOP e PACPILE, il broker suggerito inizialmente activtrades ha da poco cambiato delle regole eliminando la possibilità per un utente di seguire i segnali automatici. Scelta che personalmente ritengo assurda perchè per sua natura, essendo tradato h24, il mercato forex vive di sistemi automatici. 
Suggerisco per chi volesse seguire i sistemi di utilizzare come broker SWISSQUOTE  che permette questa funzionalità.

Buona settimana e buon trading.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

15 aprile 2016

TOP del mese: Marzo

Salve a tutti, come ogni mese portiamo a conoscenza dei nostri lettori i risultati conseguiti dai Trading System che giornalmente lavorano sui mercati Futures.

Ricordiamo che tutti i sistemi presenti sul sito sono completamente automatici e funzionanti a pc spento in quanto le strategie sono eseguite su VPS esterna.

Tra i migliori TS automatici presenti sul sito segnaliamo:

Mercato Italia (1 punto equivale a 5 €)
Burbero + 565 pti
Picchio + 285 pti
Pinot 45 + 775 pti ( sistema attivo dal 2015 )

Mercato USA CME SP500 ( 1 punto equivale a 50 $ )
Trust SP500 +128 pti


Per ogni tipo di consulenza potete contattare il numero 393/0974886 o in alternativa l'indirizzo mail info@tradingfacile.net



TradingFacile Systems For Your Business - Ascoli Piceno - Mail: Info@TradingFacile.net

10 aprile 2016

I mercati centrano il rimbalzo attraverso il settore bancario

Piazza Affari chiude la settimana in forte rialzo: il Ftse Mib guadagna sul finale il 4,08% a 17.504 punti; guida il rimbalzo il comparto bancario che fa di Milano di gran lunga la migliore delle piazze Europee.
 Ad ottimizzare la situazione sono stati gli incontri tra governo, Cdp, fondazioni e amministratori di banche per provare ad attuare delle garanzie in grado di gestire aumenti di capitale e crediti deteriorati.


 In rialzo anche le borse europee con Francoforte che guadagna lo 0,96%; Londra sale dell'1,10%; Parigi cresce dell' 1,35% e Madrid dell'1,50%.


 Ma le contrattazioni in generale risentono anche dell’andamento del greggio, che mette a segno per Brent e Wti incrementi superiori al 6% con prezzi stabili al di sopra dei 40 dollari dopo che i ribassi delle scorte americane avevano alimentato le speranze che lo stato di eccesso di produzione che ha penalizzato tutto il mercato da quasi due anni possa aver raggiunto un punto di svolta.



 Il forte rimbalzo del petrolio spinge l'azionario Usa in rialzo in un mercato che trova linfa anche dai commenti positivi della presidente della Federal Reserve, Janet Yellen che ha parlato in questi termini: "l'economia Usa è solida, evidenzia qualche spinta inflazionistica, e questo potrebbe porre la Fed sulla strada di un graduale aumento dei tassi quest'anno ".

Nel corso di un incontro con tre dei suoi predecessori (Ben Bernanke, Alan Greenspan e Paul Volcker), la governatrice ha escluso il pericolo bolla-finanziaria confermando che il processo di normalizzazione del costo del denaro sarà condotto all’insegna della prudenza




TS Automatici segnali di trading FTSEMIB
Il nostro sistema sul FIB nella giornata del 8 Aprile ha effettuato un trade LONG a 16.695; il sistema ha successivamente chiuso la posizione nel pomeriggio al prezzo di 17.025 con un profitto di 330 Pti pari a 1.650 €


Per ogni tipo di consulenza potete contattare il numero 393/0974886



 TradingFacile Systems For Your Business - Ascoli Piceno - Mail: Info@TradingFacile.net

8 aprile 2016

Borsa italiana in forte ribasso e lo spread vola a 130 punti

Piazza Affari affonda a fine seduta e chiude in calo del 2,45% con una pioggia di vendite che ha travolto i titolo bancari sospesi più volte nel corso della giornata per eccesso di ribasso: Mps ha perso l'8,09%, il Banco Popolare il 7,55%; Ubi Banca il 6,27% e Unicredit il 5,92%.


 Il comparto è sotto pressione per i difficili aumenti di capitale che devono affrontare la Popolare di Vicenza e Veneto Banca ed ad impensierire gli operatori sono le conferme di una difficile situazione dell'economia mondiale, arrivate dai verbali della Fed e dal rapporto annuale della BCE.
 L'indice italiano accelera progressivamente al ribasso per tutto il pomeriggio, chiudendo in perdita di quasi due punti e mezzo percentuale (-2,45%), bucando temporaneamente anche i 16,800 punti prima di assestarsi in area 16.818,56


 L’effetto Fed si è fatto sentire soprattutto sul mercato valutario, il dollaro si è deprezzato, scendendo nei confronti dello yen anche sotto la soglia di JPY 109, fino a JPY 108,99, contro un livello superiore a JPY 112 della scorsa settimana.
Il rapporto di cambio è scivolato al minimo degli ultimi 17 mesi.


 Immediate le ripercussioni anche sul trend dell’euro, che si è attestato al di sopra soglia di $1,14, dopo le dichiarazioni rilasciate dal membro del Consiglio direttivo della Bce che ha affermato che non ci si deve basare solo sulla politica monetaria per rilanciare la crescita e l’occupazione, e che ha anche affermato che il perdurare di tassi negativi per 2-3 anni diventerebbe una preoccupazione per il modello di business delle banche.

I membri del consiglio hanno anche discusso a lungo sull'eventualità di effettuare un taglio più drastico dei tassi di interesse, non escludendo quindi un nuovo intervento. Nuovo recupero nel finale fino in area 1,14.


 Sul fronte delle materie prime, il petrolio rimane in solido rialzo dopo il rally della vigilia +5% circa, con il contratto WTI scambiato a New York oltre quota $38 e il Brent che supera $40.



TS Automatici segnali di trading FTSEMIB
Il nostro sistema sul FIB nella giornata del 7 Aprile ha effettuato un trade SHORT a 16.775; il sistema ha successivamente chiuso la posizione nel pomeriggio a 16.610 con un profitto di 165 Pti pari a 825 €


Per ogni tipo di consulenza potete contattare il numero 393/0974886


 TradingFacile Systems For Your Business - Ascoli Piceno - Mail: Info@TradingFacile.net

Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting