17 settembre 2008

Report 18 Settembre

Ormai il mercato sembra sempre più in caduta libera, non riesce a trovare la forza di rialzarsi di fronte ad un continuo vortice discendente. Dopo una partenza positiva, ci troviamo a contabilizzare una nuova pesante giornata negativa sia su Piazza Affari che chiude a -2.52%, sia sulle borse europee. Il salvataggio di Aig non basta a placare gli animi degli investitori che sempre più non credono alla stabilità del sistema finanziario e il dato sull'apertura di nuovi cantieri nel mese di agosto che ha registrato il minimo dal gennaio 1991 a 895mila unità rispetto alle 950mila unità attese, ha creato ulteriore panico. Registro che la Sec, l'autorità che vigila sui mercati finanziari statunitensi, ha deciso che da domani saranno vietate le vendite allo scoperto su tutte le public companies non ho idea se questo potrà aiutare il mercato ma lo leggo come un segnale positivo. Graficamente il nostro indice segna i nuovi minimi annuali chiudendo sotto l'importante quota dei 26000 che non perdeva dalla fine del 2003, se non ci fosse un pronto recupero e una chiusura settimanale sopra i 26000/26200 punti le probabilità di rivedere i 24600 punti diventano elevate.

Espresso Il titolo si è difeso bene nonostante la continua discesa del mercato e rimane graficamente ben impostato. Manteniamo la strategia impostata. BUY a 1.9270 con stop in close sooto gli 1.9 e target price a 2.045

Non diamo altri segnali per domani, la nostra operatività multiday e il mercato ci portano ad essere prudenti inoltre credo sia più saggio rimanere alla finestra e aspettare un segnale chiaro e non emotivo. Il fatto di essere liquidi per un investitore equivale comunque a prendere una posizione.

A domani.

Scrivi allo Staff

0 commenti:

Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting