Report 19 Settembre

Giornata vissuta sulle montagne russe, il mercato parte bene e il nostro indice recupera subito i 26000 punti andando a toccare i 26300 ma, con l'apertura di Wall Street e soprattutto per le paura su Morgan Stanley che sta disperatamente cercando un compratore per non dover dichiarare fallimento, si è nuovamente discesi nel baratro chiudendo molto male a 25600 punti. Sicuramente ai bruschi movimenti del listino contribuiscono anche gli aggiustamenti in vista delle scadenze tecniche di domani, ma personalmente, mi sembra un mercato che ha perso i suoi punti di riferimento. Fare analisi tecnica in situazioni così uniche (in molti parlano di una crisi peggiore di quella del 29) ha poco senso. Come affermavo ieri, se non ci fosse un pronto recupero e una chiusura settimanale sopra i 26000/26200 punti le probabilità di rivedere i 24600 punti diventano elevate.


Espresso Alti volumi e altissima volatilità per il titolo che sembrava rompere al ribasso. Recupera sul finale ma si allontana dalla resistenza segnalata. Nulla di fatto eliminiamo il segnale.

Rimango dell'idea che sia più saggio, per la nostra operatività multi day, rimanere alla finestra e aspettare un segnale chiaro dal mercato senza essere emotivi. Da segnalare che il DOW al momento segna un +3,97% lasciando intendere che domani si possa assistere ad un degno rimbalzo.
Per gli audaci due operazioni intraday una su ENI segnalata dagli amici di doppiominimo e una su INTESA che segnaliamo noi BUY in apertura al max a 3.61 vendita a fine giornata e stop loss sotto i 3.54.

Alla prossima.

Scrivi allo Staff

Commenti