Mibtel Storico e portafoglio settimanale

La settimana si chiude con una pessima seduta di Venerdì che porta il nostro indice ad ottenere la candela settimanale a -12.41%, il passivo da inizio anno ammonta ad un pesantissimo -21.24%, soprattutto se pensiamo che arriviamo da un anno come il 2008 il valore registrato diventa ancora più impressionante.

Per cercare un riferimento storico devo utilizzare il grafico del Mibtel che è un indice più vecchio rispetto allo S&P Mib e che ci può quindi dare un indicazione più precisa di dove siamo. Ho usato il grafico ha candele MENSILI per avere una visione ampia ma definita degli anni da Gennaio 1994 ad oggi.

Dal grafico si nota una fase laterale dal 1994 al 1997  tra i 9300 e i 12800 punti e due ampi movimenti a montagna, la fase rialzista del primo movimento parte a Giugno 97 con la rottura dei 12800 e si chiude sui massimi a 35000 punti nel Marzo 2000 la fase discendete, sempre del primo movimento, parte da Marzo 2000 e atterra a 15100 punti nel Marzo 2003 segnando il doppio minimo che da il via alla fase rialzista del secondo movimento che parte con la rottura dei 17000 punti nell'Aprile 2003 e continua sino ad arrivare nuovamente 34369 punti nel Maggio 2007 mancando per pochi punti un doppio massimo. Arriviamo alla storia più recente da Giugno 2007 da dove parte la fase discendente del secondo movimento e che ci porta ad oggi Febbraio 2009 nuovamente a quota 12800 punti. 

In modo ancor più stringato, per gli amanti delle statistiche, dopo una fase laterale dal 1994 al 1997 (3 anni), siamo saliti dal 1997 al 2000 (3 anni), siamo scesi dal 2000 al 2003 (3anni), siamo risaliti dal 2003 al 2007 (4 anni) e siamo scesi dal 2007 al 2009 (2 anni). Sarà una coincidenza ma sembra che la discesa veloce serva a compensare la più lenta salita degli ultimi 4 anni. Personalmente vedo due possibili soluzioni:

1) Il supporto dei 12800 potrebbe reggere, creare una fase laterale 12800/15000 punti e iniziare un nuovo trend rialzista sopra i 15000 punti dal 2009 al 2011.
2) Il supporto non regge a questo punto la discesa potrebbe arrivare prima a 10700 punti e affondare a 9270 punti, da dove potrebbe partire una nuova fase laterale di lungo periodo. Insomma non ci resta che tifare per il supporto dei 12800 punti !!


Nel nostro portafoglio abbiamo due sole operazioni aperte, trade sempre dichiarati a medio termine, per il resto siamo liquidi valuteremo in settimana se ci saranno le condizioni per piccoli trade multiday.

ETF S&P MIB
Scende insieme al nostro indice in modo pesante allontanandoci dalla quota di ingresso. Credo sia il momento di impostare un acquisto di 100 quote a 15,65 in modo da abbassare il prezzo medio.

ETC OIL CRUDE
Non ho capito il movimento di questo strumento nell'ultimo periodo e onestamente ne sono deluso. In generale, anche se non indicizzato sul future del petrolio Oil Crude WTI, si è sempre mosso in modo congruo alle quotazioni del greggio. Ebbene il greggio oggi vale 39$ come nei primi giorni di gennaio e il nostro ETC vale 13.90 euro quando a gennaio valeva 16/17 euro. Capisco anche la discesa dell'euro ma non mi sembra plausibile un valore così slegato dalla commodities di riferimento. Non esponiamoci ulteriormente lasciamo la posizione aperta e attendiamo pazientemenete che il market mover faccia il suo dovere e vada a far ricollegare il valore dell'ETC con quello della materia prima di riferimento e quindi del petrolio. 


PORTAFOGLIO POSIZIONI APERTE REPORT NIGHT

Per chi desidera vedere lo storico ricordo che è sempre accessibile e visibile dai link dei siti amici.

Commenti