SNAI

Archiviamo l'ennesima giornata negativa dopo un tentativo pomeridiano di rimbalzo, azzoppato da dati macroeconomici sempre più deludenti e dalle parole del presidente della Fed Ben Bernanke "Non pensiamo che la nazionalizzazione sia assicurata o necessaria, ma siamo preparati" che non hanno evidentemente dato fiducia al mercato. 

In chiusura ho venduto le 100 quote dell'ETF SP MIB in stop visto il mancato recupero di area 15€, ho registrato l'operazione nel nostro storico, ci rimangono in carico 400 quote a 18.97.

Mentre scrivo gli indici Americani si sono riportati in verde recuperando terreno, vedremo se domani sarà il giorno del fisiologico rimbalzo.

Un lettore mi chiede se è il momento di rivalutare SNAI, premetto che su questo mercato non credo sia il momento di entrare su nessun titolo provo comunque ad analizzare SNAI che rimane una società solida e con un ottimo bilancio come ci sottolinea l'ultima analisi di bilancio fatta dall'amico Zener e visibile qui. 

Graficamente ha ritracciato dai massimi di periodo a 2.385 scontrandosi contro la trendline ribassista rossa che poi ha contenuto le ulteriori ripartenze. Il 23 Febbraio si era formato un interessante triangolo ma il titolo lo ha rotto al ribasso mostrando debolezza e accelerando la discesa. Il primo supporto utile è posto a 1.64/1.65 dove, nel breve (visione temporale da 1 giorno a 3 mesi), si potrebbe provare un ingresso con stop in close stretto sotto gli 1.64 per tentare di prendere il potenziale rimbalzo. Attenzione perchè persi gli 1.60 il titolo potrebbe scendere sino a ritestare i minimi in area 1.3 !! Per il medio periodo (visione temporale da 6 mesi in su) accumulerei in area 1.60 e 1.30 su un eventuale discesa ma con stop di tutte le posizioni sotto gli 1.28 in close venderei il titolo in area 2.20/2.30. A presto


Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

Commenti