30 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 1 Dicembre, segnalo il reverse di STM e sull'euro dollaro. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

29 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 30 Novembre 2011. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

Aggiornamento Indici Europei

Violenta reazione proprio a ridosso della zona "panic selling" o in "zona cesarini", se preferite usare un gergo calcistico. Spero di essere smentito, ma i volumi modesti lasciano presupporre che si tratti solo di un rimbalzo. 



Photobucket
Indicazioni valide per Scrivi allo Staff
Subscribe in a reader

Aggiornamento sulla situazione economica europea

Buongiorno, ieri i maggiori indici di borsa si sono mossi con questi numeri:


FTSEMIB + 4,60 % 
IBEX 35 + 4,59 %
CAC40 + 5,46 %
DAX + 4,60 %
FTSE 100 + 2,87 %
DOW 30 + 2,59 %
S&P 500 + 2,92 %
NASDAQ + 3,41 %
NIKKEI + 1,66 %




L'Europa sembra stia facendo dei progressi … ANCHE SE IL QUADRO TECNICO RESTA NETTAMENTE NEGATIVO E IL RIMBALZO TECNICO E’ NATURALE.








Rimangono quindi tutti presupposti per una nuova debolezza dell'euro.


Secondo quanto ha scritto ieri il quotidiano tedesco "Bild" la Francia e la Germania avrebbero l'intenzione di rafforzare il patto di stabilità entro Gennaio o Febbraio, Reuters ha anche riportato che i paesi della zona euro hanno raggiunto un accordo sulle regole per l'operatività del fondo salva-stati EFSF.


A spingere al rialzo Wall Street è stato anche l'aumento dell'ottimismo sulle prospettive dell'economia statunitense. Le vendite nel settore del commercio al dettaglio sono cresciute negli USA durante il cosìddetto "Black Friday", che segna l'inizio dello shopping natalizio, del 6,6% ed hanno raggiunto il livello record di $11,4 miliardi. Ricordiamo che il consumo è il motore della crescita della prima econonomia mondiale. 


L'Agenzia Fitch ha confermato il rating massimo di 'AAA' agli Stati Uniti ma ha tagliato le prospettive da 'stabile' a negativo'. L'agenzia ha riconosciuto i ''forti fondamentali'' dell'economia Usa che ''resta una delle piu' produttive del mondo'' e del suo profilo di credito. Ma, avverte Fitch, dietro l'abbassamento dell'outlook ''c'e' un considerevole grado di incertezza che investe il potenziale dell'economia'' unito ad una disoccupazione che resta alta e ad una maggiore probabilita' che la perdita di produzione sia maggiore delle previsioni ''con implicazioni negative per il bilancio pubblico nel medio e lungo termine''.


Si può pensare che l’unico modo per l’Europa per non cadere in fase recessiva  sia quello di avviare una politica allentativa come quella utilizzata dalla FED. Siamo però lontanti da questo quanto vicino ad una fase recessiva per l’euro zona e l’euro valuta...





________________________________________________________
TradingFacile Systems For Your Business
Forex: www.ClubTradingForex.com
Futures: www.TradingFacile.net
Mail: info@tradingfacile.net
______

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 29 Novembre, segnalo il reverse su FIAT e sull'euro/dollaro. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

28 novembre 2011

Analisi FTSE MIB settimanale

Si è chiusa l'ennesima settimana ribassista per il nostro FTSEMIB che lascia sul campo un pesante -8,51% portando le perdite da inizio anno ad un -30%. Sono numeri importanti che non lasciano dubbi sull'aggravarsi della situazione di Eurolandia, il mercato inizia a mettere in dubbio la tenuta stessa della moneta unica e ne è prova l'ultima asta tedesca dei Bund che è risultata sottotono ma soprattutto l'ultimo collocamento dei nostrani Bot semestrali con rendimenti che passano al 6,504% dal precedente 3,535%, in pratica un raddoppio che grava sulla tenuta finanziaria dell'Italia. Graficamente la rottura dei 14800 punti ha portato ad una accelerazione ribassista che si è fermata vicina ei minimi annuali a 13500 punti, sarà fondamentale la tenuta di tale valore per non vedere tornare il FTSE MIB a toccare area 12300 punti minimo dell'anno da dove si potrebbe però costruire un interessante doppio minimo di periodo (sono il solito ottimista ??). Massima prudenza per la settimana entrante con i mercati alla ricerca di stabilità, il range da monitorare è 14600/13400 punti. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

27 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 28 Novembre. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

24 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 25 Novembre. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

23 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 24 Novembre, segnalo il reverse short sull'euro Dollaro. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

Aggiornamento Indici Europei

Un saluto a Tutti,
Ormai è evidente che la "speranza" di una tenuta dei supporti dinamici è stata violata, ora i mercati stanno mutando scenario e concludo con un motto/detto di Wall Street (uno dei tanti) che dice; "Never try to catch a falling knife!(“Mai cercare di afferrare un coltello che sta cadendo!”).




Photobucket
Indicazioni valide per Scrivi allo Staff
Subscribe in a reader

22 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 23 Novembre. A presto
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

21 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 22 Novembre. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

20 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 21 Novembre, segnalo il reverse sull'Euro Dollaro. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

Analisi Settimanale Ftse Mib

Si chiude una settimana ancora negativa sui mercati con il FTSE MIB che cede il 3,6% incrementando le perdite da inizio anno ad un pesante 24,5%.

La nota positiva è che lo spread tra Bund Tedeschi e Bot è finalmente iniziato a scendere sotto la soglia dei 500 punti, segno che la fiducia verso il nuovo Governo Italiano è elevata, ma ora tutti aspettano, non presto ma prestissimo, le prime reali riforme.

Graficamente siamo sempre ribassisti con il FTSE MIB ingabbiato tra i 16600/14800 punti che rimangono il trading range anche per questa settimana con i 15500 punti a fungere da spartiacque tra la parte alta e bassa del range. Come sempre l'eventuale uscita darebbe maggiore accelerazione al movimento direzionale. A presto.

17 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 18 Novembre, segnalo un nuovo reverse per Fiat che torna short. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

Crisi: nuove tensioni sui tassi

Sotto la lente di Eurostat, l’ eurozona appare una regione spaccata. I dati sulla crescita, pubblicati oggi dall’Ufficio di statistiche europeo, infatti, evidenziano profonde differenze, da un paese all’altro. Con un PIL in crescita dello 0,5% da giugno a settembre, la Germania resta la locomotiva della zona euro con il sostegno, ancora una volta, del consumo delle famiglie, oltre a quello delle esportazioni.






Il Prodotto interno lordo della Grecia è sceso del 5,2% nel terzo trimestre del 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010, ed è diminuito dell’ 1,5% tra il secondo e il terzo trimestre 2011 (stime Natixis). Il Portogallo, che come la Grecia beneficia di aiuti finanziari internazionali, rallenta dello 0,4% tra il secondo e il terzo trimestre del 2011. Anche i Paesi Bassi hanno registrato una flessione (- 0,3%). In Francia invece il dato della crescita evidenzia un +0,4% rispetto al secondo trimestre, contro una stima precedente di + 0,3%. Sempre secondo le stime Eurostat la crescita nella zona euro è aumentata dello 0,2% tra il secondo e terzo trimestre, in linea con le previsioni degli analisti. Negli Stati Uniti, la crescita nel terzo trimestre ha raggiunto lo 0,6% rispetto al trimestre precedente e in Giappone il PIL è salito dell’ 1,5%.


La situazione resta dunque particolarmente preoccupante in Europa, dove il rischio recessione si delinea sempre più nettamente. E’ sceso piů delle attese l’indice Zew, che misura il sentiment dell’economia in Germania, compilato sulla base delle opinioni raccolte tra investitori e analisti. L’indice nel mese di novembre è risultato a -55,2 punti da -48,3 di ottobre e contro le attese di -52,0.


Ieri il rendimento dei titoli italiani a dieci anni in Italia ha di nuovo sfondato la pericolosa soglia del 7%. La tregua che i mercati hanno concesso all’Italia dopo la nomina di Mario Monti come primo ministro, sembra essere già terminata. Tuttavia, l’ex commissario europeo ha ricevuto nel pomeriggio la conferma da parte dei maggiori partiti del sostegno al suo futuro esecutivo. La lista dei ministri, così come il programma di misure e riforme da implementare, e che comporterà dei “sacrifici”, sembra ormai in dirittura d’arrivo.


L‘Italia “saprà superare questa fase così difficile” ha detto Monti fiuducioso, al termine delle consultazioni a Palazzo Giustiniani, dichiarandosi “assolutamente sereno e convinto” che il Paese potrà uscire da questo momento di grande difficoltà. Il nuovo primo ministro ha dichiarato di voler “focalizzare l’attenzione sulla crescita e riflettere su quello che sarà l’Italia da oggi al 2020/30″. Monti dovrà affrontare le questioni politicamente e socialmente sensibili, come il tema delle pensioni di anzianità (dopo 40 anni di lavoro), o la flessibilità del mercato del lavoro.


I mercati, intanto, restano febbricitanti. La Borsa di Milano ha chiuso in rosso, con una perdita dell’ 1,08%. Il focus resta sull’Europa con la onnipresente crisi del debito sovrano Gli investitori sono soprattutto preoccupati per le variazioni dei rendimenti obbligazionari ancora sottoposti a tensioni elevate. I differenziali di rendimento tra le obbligazioni francesi e spagnole, da un lato e il Bund tedesco, dall’altro, hanno raggiunto livelli senza precedenti dalla nascita dell’euro. Gli investitori sono inoltre preoccupati per l’enorme debito dell’Italia (1.900 miliardi di euro, 120% del PIL). Monti ha chiesto loro un po’ di “pazienza”, sottolineando che il paese è una “democrazia” che prevede “tempi precisi” per formare un governo e sviluppare un programma. I mercati stanno testando la capacità dell’Europa di rispondere alla crisi. Tutto questo in un contesto di recessione prevista per l’ Europa.





________________________________________________________
TradingFacile Systems For Your Business
Forex: www.ClubTradingForex.com
Futures: www.TradingFacile.net
Mail: info@tradingfacile.net
______


16 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 17 Novembre, segnalo il reverse della posizione su Fiat. A presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

15 novembre 2011

Aggiornamento Flash

Photobucket
Indicazioni valide per il 16 Novembre, segnalo il reverse su STM a presto.
Scrivi allo Staff

Subscribe in a reader

Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting