28 dicembre 2013

Analisi FTSE MIB settimanale

La fine dell'anno ormai è vicina e si iniziano a formulare i primi bilanci di questo 2013, intanto con la buona performance dell'ultima seduta il FTSE MIB si porta ad un +16,4% su base annua, sicuramente una prestazione di rispetto ma molto lontano da quelle del DAX o dei mercati Americani che rivedono e superano i massimi di sempre. 

Va detto che il FTSE MIB è ancora a valori pre crisi 2007 dove quotava oltre 43000 punti ed oggi ancora non raggiungie neppure il 50% di tale valore, questa situazione induce molti operatori a pensare che se la situazione economica dovesse dare qualche segno di ripresa i mercati più in ritardo potrebbero giovarne in particolar modo Spagna ed Italia nel mercato Europeo. 

Personalmente non mi fido mai delle analisi basate sui dati macroeconomici preferisco vivere i mercati giorno per giorno con una buona analisi tecnica o al massimo con un trading system affidabile. 

Graficamente il FTSE MIB segnala quindi un recupero ma rimane di poco sotto la resistenza dei 19000 punti, la rottura di questa area potrebbe spingerlo velocemente verso i massimi di periodo posti a 19500, per questi ultimi due giorni di borsa dell'anno il trading range è posto tra i 18500/19000 punti con un eventuale 19000/19500 in caso di rottura rialzista. A presto



Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

15 dicembre 2013

Analisi Settimanale FTSE MIB

Si chiude la seconda settimana di ribassi per il FTSE MIB che perde il -1,75% pur mantenendo il risultato da inizio anno ancora in rialzo con un +9,42%. 

Graficamente l'indice trova supporto in area 16800 ma, come anticipavo settimana scorsa, rimane ancora un barlume di speranza di vedere un recupero nel breve almeno sino a quando area 17600 non viene infranta al ribasso. 

L'analisi tecnica ci indica che la seconda candela rossa pesante non fa presagire nuove buone e il FTSE MIB chiude sul primo supporto utile, sarà quindi fondamentale un pronto recupero e una tenuta di area 17600 per poter creare le basi per un rialzo di fine anno. 

Per questa ultima settimana prima di Natale il trading range è posto tra i 17600/18400 punti i volumi si stanno riducendo e la volatilità potrebbe subire una accelerazione quindi attenzione ai falsi segnali. 

Buon Trading.




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

9 dicembre 2013

FTSE MIB Analisi Settimanale

Si chiude una settimana molto difficile per il nostro indice che ripiega con un deciso -4.72%, unico segnale positivo il recupero in close settimanale di area 18000. 

Graficamente la pesante candela rossa infrange le speranze di un rialzo nel breve sopra i 19000 punti e riposrta l'indice nel range 17800/19000 punti che è da monitorare per questa settimana. 

Personalmente rimango moderatamente rialzista almeno siano alla tenuta dei 17600 punti che è il supporto da monitorare per un movimento di medio periodo, ricordiamoci che quest'area da Settembre era stata persa da Agosto 2011 e quindi ha una valenza strategica. 

A presto e Buon trading.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

7 dicembre 2013

Idee di Trading: RENO DE MEDICI


Il Gruppo Reno De Medici è il primo produttore italiano ed il secondo europeo di cartoncino ricavato da materiale riciclato. La sua capacità produttiva è ripartita su vari stabilimenti in Italia, Spagna, Francia e Germania. I diversi tipi di cartoncino prodotti dal Gruppo sono destinati a tutti i settori di applicazione dell’imballaggio ed all’editoria. I prodotti Reno De Medici sono proposti sul mercato tramite diverse linee commerciali per avvicinarsi alle esigenze della clientela con una più ampia gamma e ottenere una presenza capillare sia in Italia, sia all’estero.

ANALISI GRAFICA: il titolo mostra grande forza con volumi in deciso aumento, il superamento della resistenza posta a 0,30 aprirebbe la strada per un importante recupero di medio-lungo termine. 


Photobucket
Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

23 novembre 2013

Analisi settimanale

La settimana si chiude in leggero recupero ma senza convinzione, l'indice recupera lo 0,72% ma rimane incastrato nel trading range di medio periodo 18000/19000 punti, la situazione da inizio anno rimane positiva con un +15,6%. 

Graficamente un ritorno in area 18500 rimane per me una occasione di acquisto con stop sotto i 18000, per questa settimana il trading range da seguire è posto tra i 18450/19400 punti il movimento di breve rimane ancora moderatamente rialzista. Buon trading.




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

17 novembre 2013

Analisi Settimanale FTSE MIB

Si chiude una settimana negativa, la seconda consecutiva, per il nostro FTSE MIB che perde l'1,45%, su base annua il rialzo rimane ancora a due cifre con un buon +14,835. 

Dopo 4 settimane di consolidamento, a seguito del buon rally di Settembre e Ottobre, l'indice perde i 19000 punti in close ed ora è in cerca di un nuovo appoggio per poter provare una ripartenza. 

Graficamente si vede bene come l'indice ha provato a forzare invano la resistenza dei 19500 punti nelle ultime tre settimane e come abbia capitolato durante l'ultima perdendo il supporto primo dei 18800 punti e di fatto aprendo la strada verso una potenziale discesa di breve in area 17900 punti dove si stà assistendo alla formazione dell'incrocio rialzista delle medie mobile a 21/200gg. 

Personalmente prenderei come una possibilità di acquisto dell'indice l'area dei 18000 con uno stop solo sotto i 17650 mentre per questa settimana, il trading range da seguire è posto tra i 19000/17900 punti. 

Buon trading.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

16 novembre 2013

Performance Ottobre '13

Come ogni mese presentiamo le performance dei ns sistemi nei 30 gg appena trascorsi; essa deve essere intesa come parziale, in considerazione del fatto che i sistemi vanno valutati in un arco temporale di 12 mesi e considerarli validi dopo un periodo troppo breve è fuorviante.. per questo motivo raccomandiamo sempre di seguire un sistema con COSTANZA - PROFESSIONALITA' - DISTACCO


Dopo questa piccola premessa passiamo ai risultati più in evidenza del mese appena trascorso:

Mistral FIB 745 Pti pari a 3.745 €
StarFTSE FIB 990 Pti pari a 4.950 €
PTone FIB 1.130 Pti pari a 5.650 €
Strike DAX 89 Pti pari a 2.225 €
Strike SP500 14 Pti pari a 700 $
Mistral SP500 18,75 Pti pari a 937,5 $
EA Leonardo 3.350 Pips pari a 16.750 $ se seguito con 1/2 lotto
EA Galileo 1.780 Pips pari a 8.900 $  se seguito con 1/2 lotto


TUTTI i nuovi sistemi sono in PROMO GRATUITA fino al 31/12 con una commissione scontata del 30% per i primi 3 mesi.




__________________________________________________

9 novembre 2013

Idee di Trading PININFARINA

PININFARINA SpA: Sembra volersi riscattate da un lungo letargo, dopo lo sprint della sett.42 corregge caricando la molla propulsiva.
    




Photobucket

Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

Analisi Settimanale FTSE MIB

Si chiude un'altra settimana di indecisione sui mercati ma questa volta l'indice performa negativamente segnando un -1,05% settimanale, per la quarta settimana consecutiva l'indice si trova "incastrato" tra i 19500/18650 punti, positivo il recupero sopra i 18800 in close settimanale. 

La decisione della Bce di tagliare il tasso Refi di 25 punti base allo 0,25% al termine della riunione di giovedì 7 novembre ha sorpreso gli investitori, infatti dopo una repentina salita del mercato si è assistito ad una rapidissima discesa creando una "Bull Trap" perfetta e che ha tratto in inganno sicuramente numerosi, basta vedere i forti volumi sul derivato generati Giovedì. 

Trovare una ragione economica dietro il calo repentino dei mercati non è cosa semplice ma personalmente preferisco affidarmi all'analisi tecnica e archiviare la settimana ancora come un consolidamento dopo i rialzi e questo è confermato sino alla tenuta dei 18650 punti in close. 

Il trading range da seguire è posto tra i 18650/19500, di positivo si vede ancora in formazione l'incrocio al rialzo delle medie mobili 20/200 gg sul grafico a candele settimanale che non è un evento così frequente ma attenzione perchè ancora non è avvenuto quindi non lasciamoci andare a pronostici troppo ottimisti e monitoriamo soprattutto la tenuta dei 18650, una eventuale perdita sarebbe in close aprirebbe la strada ad un ritorno di un trend ribassista almeno di breve. Buona settimana.



Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

4 novembre 2013

Analisi Settimanale

Dopo la flessione di settimana scorsa il FTSE MIB chiude in recupero l'ultima settima di Ottobre segnando un +1.53% e portando il gain da inizio anno ad un interessante 17.7%. 

Graficamente rimane ancora in formazione il potenziale incrocio rialzista delle medie mobili, questo perchè il grafico a candele settimanali che prendiamo in considerazione ha un movimento più lento rispetto al giornaliero. 

La candela disegnata è una candela di indecisione che va a consolidare il recente movimento rialzista e di fatto cambia il trading range da prendere in considerazione. 

Per questa settimana il trading range da seguire è posto tra i 18800/19400 punti, in caso di rottura la resistenza è sui 20000 punti e il supporto in area 18000.  A presto




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

26 ottobre 2013

Analisi Settimanale FTSE MIB

Dopo tre settimane di rialzi importante l'indice Milanese frena e chiude al ribasso segnando un -2,05 su base settimanale, il saldo da inizio anno rimane ben intonato con un +15,8%. 

Graficamente la rottura dei 18100 ha dato un bel boost al rialzo come ci attendavamo e il FTSE MIB ha trovato la forza di rompere anche i 19000 punti, ora credo che una una fase di consolidamento sia salutare per il proseguo del trend. 

In formazione si può notare un incrocio rialzista importante tra la media mobile a 21gg vs quella a 200g sul grafico in esame, se si dovesse realizzare sarebbe un ottimo segnale rialzista di medio termine, negherebbe tutto invece un eventuale ritorno sotto i 18000 punti. 

Per questa settimana il trading range è posto tra i 18100/19000 con i 18600 come supporto di mezzo, buon trading. A presto.




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

19 ottobre 2013

Google conti miglior delle attese

Nel terzo trimestre 2013 utile netto di 2,97 miliardi di dollari su ricavi per 14,89 miliardi di dollari
Brillano i conti di Google nel terzo trimestre 2013: Big G ha realizzato un utile netto di 2,97 miliardi di dollari su ricavi per 14,89 miliardi di dollari (contro gli 11,33 miliardi di un anno fa). L'utile per azione è risultato pari a 10,74 dollari rispetto ai 10,34 dollari previsti e ai 9,03 dollari dello stesso periodo dello scorso anno.
Il risultato dell'aumento del 12% dei ricavi e del 36% degli utili netti si spiega soprattutto grazie alle nuove iniziative del gigante della Silicon Valley tese ad alzare il prezzo pagato per la pubblicità su smartphone e tablet.
E mentre le perdite legate a Motorola si allargano (248 milioni di dollari nel terzo trimestre), molto soddisfacenti sono i numeri che riguardano YouTube, il cui traffico è oramai per il 40% su smartphone e tablet.

Dopo aver visto i dati una breve analisi tecnica, Google ha fatto uno strappo importante proprio sull'uscita dei dati trimestrali sopra le attese ma ha anche creato un gap importante che credo possa chiudere a breve, certo che fa sempre impressione pensare che Google 9 anni fa quotava 80 dollari ad azione  e oggi ne ha superai i 1000 !!

Per i coraggiosi si può provare uno short in apertura Lunedì con un target primo a 930 dollari dove passa il primo supporto.  A presto




 Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

Analisi Settimanale FTSEMIB

Si chiude la terza settimana di rialzi importanti per il nostro indice che segna un +2,05% settimanale portando il guadagno da inizio anno ad un +18,4%, un risultato che fa di Milano la seconda migliore Borsa Europea da inizio anno dietro solo a Madrid. 

Graficamente la rottura di area 19000 punti segna una ulteriore base per il proseguo rialzista del trend in atto che, nonostante un iper comprato importante, sembra voler proseguire. 

Il trading range da seguire di medio periodo è ora posto tra i 19000/20850 punti con i 20000 a fungere da spartiacque tra la parte alta e bassa del range. 

Per questa settimana seguiamo proprio il range 19000/20000 punti solo una discesa sotto i 18800 punti potrebbe compromettere il trend in atto. 

A presto




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

15 ottobre 2013

YOOX l'ecommerce "nostrano"

YOOX Group detiene il sito di e-commerce retail di riferimento per i principali brand della moda e del design, è quotato in borsa e identificato nel settore del lusso, l'azienda è cresciuta molto dal 2007 e nell'ultimo semstre ha registrato ricavi per 207 milioni di euro e un profitto di 58 milioni con un Reddito Netto dopo le imposte di 2,2.

Graficamente il titolo ha un trend positivo ma attualmente è nella parte inferiore del trading range di medio periodo posto tra i 21.9/26.8 come idea di trading si potrebbe provare un acquisto in area 22 con stop sotto i 21 e take profit in area 27. A presto.




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

14 ottobre 2013

I nuovi Trading System di TradingFacile


Gentile Utente,

E’ con piacere che le presentiamo i nuovi sistemi su FIB - DAX - SP500 - EuroFX che TradingFacile sta lanciando in questi giorni.

I sistemi delle serie MISTRAL - GOLD - TRUST - STRIKE sono rivolti a tutti i clienti che desiderano ampliare il proprio portafoglio di trading con i nostri servizi o più semplicemente a coloro che desiderano avvicinarsi al mondo del trading.

Di seguito vengono elencate le caratteristiche peculiari dei nuovi sistemi :






- Diversificazione: I nuovi sistemi lavorano su più strumenti finanziari diversificando di fatto l'investimento finale.

- Strategie di breve: Tra i sistemi presentati ne abbiamo alcuni che puntano alle opportunità di mercato a breve e medio termine avvalendosi degli indicatori di mercato.

- Tecnica: Le nostre tecniche di trading si contraddistinguono da un RISCHIO CONTENUTO

- Tobin TAX: I ns sistemi su Futures ITALIA sono stati studiati per non essere intaccati dalla Tobin TAX.

- Portafoglio: La redazione di TradingFacile è a disposizione per costruire un portafoglio di investimento coerente con i propri obiettivi finanziari

- Piattaforma: Tutti i ns sistemi girano su avanzate piattaforme di trading; questo ci permette di utilizzare la migliore tecnologia al momento disponibile e di usufruire delle migliori commissioni in circolazione.



TUTTI i nuovi sistemi sono in PROMO GRATUITA fino al 31/12 con una commissione scontata del 30% per i primi 3 mesi.




__________________________________________________
Forex: www.ClubTradingForex.com
Futures: www.TradingFacile.net
Mail: info@tradingfacile.net
_________ 

12 ottobre 2013

Analisi Settimanale FTSE MIB

Si chiude una settimana dalle performance eccezionali per il nostro indice che chiude al rialzo segnando +3,16% settimanale e portando il gain da inizio anno a 16,04%. 

Graficamente è successo quanto ci aspettavamo settimana scorsa il FTSE MIB ha reagito alla rottura di area 18100 portandosi velocemente verso la prima resistenza posta in area 19000 punti, il trend rimane quindi positivo e sembra che gli investitori si stiano rendendo conto che le quotazioni dei titoli italiani sono fortemente sottovalutati rispetto alle controparti Americane e Tedesche. 

Questa settimana potrebbe risultare di consolidamento con un trading range posto tra i 18180/19000 punti ma una eventuale rottura dei 19000 aprirebbe la strada ad un nuovo impulso rialzista verso area 20000 punti quindi teniamoci pronti a cavalcare l'onda. 

A presto.




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

10 ottobre 2013

Mediobanca

Segnalo il titolo Mediobanca che oggi registra volumi anomali impressionanti dopo la fuoriuscita da parte di Fondiaria dall'azionariato.

Graficamente la rottura dei 6 euro crea le condizioni per un ulteriore allungo del titolo, come idea di trading si potrebbe acquistare con stop loss in close sotto i 6 euro e primo target a 7 euro, fisserei anche un secondo target di medio in area 8 euro.

Buon trading



Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

8 ottobre 2013

Blackrock sale oltre il 5% di Telecom Italia

Telecom ha un livello chiave a 0.68 una eventuale rottura al rialzo sarebbe un ottimo segnale rialzista  
Blackrock sale oltre il 5% diTelecom Italia. I fondi del colosso americano di gestione del risparmio detengono il 5,13% del capitale del gruppo tlc. E' quanto è emerso oggi dagli aggiornamenti della Consob sulle partecipazioni rilevanti. Il superamento della soglia del 5% risale al 1 ottobre, quindi prima del cda del 3 ottobre che ha visto l'uscita di scena del presidente esecutivo, Franco Bernabè.

Una mossa diametralmente opposta a quella di Orascom TmT Investments che ha ampliato ulteriormente all'1,2% la sua posizione corta su Telecom Italia, una mossa che gli analisti di Mediobanca Securities (agisce in qualità di co-advisor finanziarioper lo spin-off della rete di TI) hanno giudicato oggi in una nota "incredibile", per di più se si considera che fino a un paio di settimane fa Sawiris diceva di essere interessato a entrare nel gruppo attraverso un aumento di capitale riservato. 

Blackrock era già azionista di Telecom Italia con una quota superiore al 2%, raccolta nel maggio del 2010, quando il fondo segnalò di essere in possesso del 2,8%. La partecipazione uscì però dai radar della Consob nel novembre del 2012 quando Blackrock decise di avvalersi della possibilità di non segnalare le quote inferiori al 5% del capitale di una società quotata a Piazza Affari, se detenute a titolo di gestione del risparmio.


Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

5 ottobre 2013

Analisi Settimanale FTSEMIB

Si chiude una settimana molto importante con il nostro indice (diciamolo sottovoce ancora...) che chiude tra i migliori in Europa festeggiando la ritrovata maggioranza politica di Letta e del suo Governo. 

Il FTSE MIB chiude al rialzo la settimana con un +3,73% e consolida il guadagno da inizio anno a +12,48% il fatto tecnico però più importante è che finalmente si assiste ad una rottura convinta di area 18000 punti che era diventata ormai un remoto ricordo avendola persa nell'Agosto del 2011 quindi il segnale tecnico è forte ma deve essere confermato questa settimana. 

Tecnicamente, oltre alla già citata rottura dei 18000 punti, sul grafico a candele settimanali, che è il time frame da me utilizzato per le analisi di più lungo periodo, troviamo la rottura al rialzo della media a 200gg persa a Gennaio 2008 e mai recuperata. 

Personalmente lo vedo come un segnale fortissimo che se confermato nelle prossime settimane potrebbe aprire la strada a cambio di trend. 

Per questa settimana il trading range da seguire è 18030 e 19000 dove confermerebbe il nuovo trend rialzista, negativo invece un eventuale ritorno sotto i 17600 punti. 
Buona Settimana.




Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

4 ottobre 2013

Twitter, Ipo da un miliardo di dollari


Dopo un periodo di crisi Facebook oggi quota il 16% in più rispetto ai 42$ del giorno dell'OPA il trend attuale è rialzista e sopra i 52$ si potrebbe assistere ad un nuovo interessante allungo

Il buon andamento del titolo Facebook fa ben sperare ad una IPO di successo anche per TWITTER

Twitter ha reso pubblici i documenti del suo piano per lo sbarco in borsa depositati il mese scorso alla Sec, la Consob Usa. Il social network - che è pronto a rastrellare un miliardo di dollari - ha dichiarato di avere oltre 215 milioni di utenti mensili. Sul fronte dei ricavi il gruppo californiano ha sostenuto di aver raggiunto quota 317 milioni di dollari nel 2012 e 253 milioni per i primi sei mesi di quest'anno. Il gruppo ha anche registrato perdite nette per 79 milioni di dollari nel 2012 e di 69 milioni di dollari nei primi sei mesi del 2013. Nel piano Twitter ha rivelato anche il simbolo con il quale arriverà in borsa (Twtr) ma non ha specificato il numero di azioni e il loro prezzo. 
Sempre secondo il prospetto il più grande azionista individuale è il cofondatore del social network, Evan Williams, che possiede il 12% del gruppo, seguito da Peter Fenton di Benchmark Capital, che detiene il 6,7%.
Adesso Twitter ha tre settimane di tempo prima di iniziare a cercare fondi, in quelli che potrebbero essere una serie di incontri con singoli investitori interessati. Come riporta il New York Times il gruppo dovrebbe completare la sua offerta entro il Giorno del ringraziamento, l'ultimo fine settimana di novembre. Ma se il mercato dovesse rivelarsi ostile potrebbe sbarcare sui listini il prossimo anno.  



Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

3 ottobre 2013

Microsoft, gli investitori chiedono che Bill Gates si dimetta da presidente

Il titolo è vicino ai massimi storici la rottura dei 36 dollari aprirebbe la strada ad un nuovo trend rialzista

La richiesta da parte di tre dei venti maggiori investitori. L'obiettivo è accelerare la ridefinizione dei vertici della società in attesa della nomina di un nuovo Ad
Tempi duri per Bill Gates, fondatore di Microsoft. Secondo indiscrezioni riportate dal quotidiano britannico Guardian, tre dei venti maggiori investitori stanno facendo pressione sul consiglio di amministrazione affinché gli sia tolto l'incarico di presidente. Il timore è che possa condizionare le politiche aziendali dopo l'addio di Steve Ballmer.
Non è chiaro se il Cda prenderà in considerazione la richiesta di HighMark Capital, Fort Pitt Capital e ValueAct Capital, che complessivamente detengono una quota attorno al 5%. Gates controlla circa il 4,5% della società ed è il principale investitore individuale ma si occupa soprattutto nella sua fondazione di beneficenza da 38 miliardi di dollari. L'obiettivo della cordata di investitori è accelerare la ridefinizione dei vertici della società in attesa della nomina di un nuovo Ad. Con il titolo che da anni ristagna attorno ai 30 dollari e la strategia ancora in evoluzione per rilanciare la società e sfidare rivali come Google e Apple, gli investitori premono per una nuova leadership con maggiore margine di azione.
2 ottobre 2013

FONTE: www.fastweb.it



Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

2 ottobre 2013

Aumentano gli accessi in Banda Larga

Telecom su una rottura di area 0.52 potrebbe trovare spazio di risalita sino area 0.5520 cent.

Negli ultimi 12 mesi la customer base risulta in crescita di 80mila accessi. Nel primo semestre del 2013 in calo gli accessi alla rete fissa, cresce il mobile. Crolla il numero degli sms
Negli ultimi dodici mesi, la crescita degli accessi a banda larga è valutabile intorno alle 310mila unità. Rispetto a marzo, la customer base risulta in crescita di 80mila accessi. Nel primo semestre del 2013 le quote di mercato di Telecom Italia calano sia sulla rete fissa sia sulla banda larga nonché sulla rete mobile. Se ne avvantaggiano sostanzialmente FASTWEB(+1,3%) e gli operatori minori, rappresentati in larga parte da quelli WiMax (+1,1%). E' quanto emerge dall'Osservatorio trimestrale dell'Agcom.
Rete fissa. A fronte di un calo degli accessi complessivi di circa 500mila linee, nel primo semestre la quota di mercato di Telecom è scesa di 2 punti percentuali in 12 mesi, passando dal 65,5% al 63,5%. In crescita la quota in un anno di FASTWEB (da 7,7% a 9,1%), mentre modeste riduzioni riguardano Vodafone (al 9,5%) e Wind (al 13,7%).
Banda larga retail. A fronte di una crescita degli accessi valutabile intorno a 310mila unità, la quota di mercato di Telecom Italia scende sotto il 50% e si colloca al 49,9% (51,8% nel 1° semestre 2012). FASTWEB segna +1,3 punti al 13,6%, mentre sono stabili Vodafone Italia (11,9%) e Wind (16,4%).
Mobile. A fine giugno la customer base mostra un aumento di 334mila linee rispetto all’anno precedente. Le quote di mercato di Telecom e Vodafone scendono entrambe di 0,7 punti, rispettivamente al 34,2% e al 31,4%, mentre Wind guadagna 1,1 punti a 24,1%. Il traffico nel primo semestre del 2013, con 73,8 miliardi di minuti da inizio anno, risulta in aumento del 5,6% su base annua.
Banda larga mobile. Nel secondo trimestre dell'anno le sim che hanno effettuato traffico dati hanno superato i 32 milioni, (+20,0% rispetto al corrispondente valore del 2012). Le ''connect card'' dedicate (le chiavette) raggiungono quota 8,6 milioni (+24,6% rispetto al secondo trimestre 2012). Da inizio anno il traffico dati è cresciuto del 33,0%.
Sms. A fine giugno sono stati 43,1 miliardi gli sms inviati, in flessione del 10% rispetto alla prima metà del 2012. A incidere la progressiva diffusione delle app di messaggistica mobile.
Digital divide. Circa l'8,8% degli italiani non dispone di banda larga (il 3,8% per mancanza di Adsl, il 3,2% che ha un accesso inferiore ai 2 mega e il 2% collegato 'nominalmente' ma impossibilitato a raggiungere la velocità minima): questa quota scende al 4% grazie alla copertura wireless da rete mobile, che soprattutto in campagna consente l'accesso alla banda larga. Le regioni con il minore digital divide sono Campania, Sardegna, Sicilia, Lazio, Puglia e Lombardia.

2 ottobre 2013
Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

BlackBerry, persi 965 milioni di dollari nell'ultimo trimestre

Il fatturato è calato a 1,6 miliardi di dollari, dai 2,9 miliardi precedenti



Graficamente il titolo ha ormai poco da raccontarci ma la storia di Blackberry si, è l'azienda che incarna meglio il detto "dalle stelle alle stalle" le azioni sono passate dal max di 150 dollari di Giugno 2008 agli attuali 7,9 dollari e ancora non è finita. 
I numeri confermano ancora la crisi nella quale versa BlackBerry: nei tre mesi terminati ad agosto, la società ha riportato perdite nette per 965 milioni di dollari contro il rosso da 229 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. Il fatturato è calato a 1,6 miliardi di dollari, dai 2,9 miliardi precedenti.
Escludendo le voci straordinarie, le perdite sono pari a 248 milioni di dollari nella parte bassa della forchetta stimata la settimana scorsa. Tale cifra esclude oneri per 934 milioni di dollari collegati alle scorte dei nuovi smartphone Z10 e 72 milioni di dollari di costi di ristrutturazione. "Siamo molto delusi dai risultati operativi e finanziari e abbiamo annunciato una serie di cambiamenti per gestire il contesto competitivo", ha detto l'amministratore delegato Thorsten Heins, che ha comunque detto che "la società resta solida da un punto di vista finanziario con contante per 2,6 miliardi di dollari e nessun debito". 
Il 23 settembre BB ha firmato una 'lettera di intenti' con un consorzio guidato dalla holdingFairfax Financial, che ha offerto 9 dollari per azione agli azionisti, per una transazione da 4,7 miliardi di dollari. 

Fonte informativa : www.fastweb.it

Subscribe in a reader

1 ottobre 2013

Amazon lancia i nuovi Kindle

Un anno fa abbiamo fatto un'analisi su Amazon in occasione dell'uscita dei primi Kindle, analisi che rimane ancora attuale solo che nel frattempo il titolo è salito di oltre 30 punti percentuali. 




Ad un anno di distanza ecco i nuovi Kindle Fire HDX, design rinnovato, massima leggerezza (374 grammi) e una definizione che supera di gran lunga il suo predecessore. L'ultima arma dell'azienda di Seattle nella guerra dei tablet

Amazon sempre più agguerrita nell’infuocato mercato dei tablet: il suo nuovo asso nella manica è Kindle Fire HDX 8.9. Il tablet da 8.9 pollici si presenta con un design rinnovato, massima leggerezza (374 grammi) e una definizione che supera di gran lunga il suo predecessore.
Tra le nuove proposte, Kindle Fire HDX 8.9 con la sua scocca in ardesia, display da 8,9 pollici, processore da 2,2 GHz quad-core Snapdragon 800  e i 2GB di RAM , un processore quadcore Adreno 330 GPU  si annuncia come il più interessante della scuderia Amazon.
Il tablet sarà disponibile nelle varianti da 16, 32 e 64GB. Con i suoi 2.560  x  1.600 pixel, il tablet promette una risoluzione  e una precisione dei colori finora mai visti sui precedenti Fire (chi lo ha testato lo paragona al Nexus 10 di Google).
Il Kindle Fire HDX 8.9 fornito con l'ultimo Fire OS 3.0, soprannominato Mojito (una versione ultra-personalizzata di Android 4.2 Jelly Bean) promette 11 ore di utilizzo e 17 ore di lettura. 
Tra le altre novità il bottone Mayday', un servizio di assistenza online che funziona 24 ore su 24.   
In alternativa Amazon propone anche le varianti da 7 pollici della famiglia Fire:  il Kindle Fire HD – una versione aggiornata del precedente – e Kindle Fire HDX  7, il più piccolo HDX da 7 pollici.
Kindle Fire HDX 8.9 arriverà al momento solo sul mercato Usa, dal 18 ottobre.



Photobucket
Scrivi a staff@reportnight.com
Subscribe in a reader

Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting