14 febbraio 2017

[ Video analisi ] L'euro può ancora dire la sua?

Dall’inizio dell’anno l’euro nei confronti del dollaro è arrivato ad apprezzarsi fino ad una massimo del 2,7%, prima di ritracciare nel corso delle ultime due settimane, cedendo circa l’1,6%.


Riprendendo quanto già detto nel corso dei precedenti appuntamenti, l’area da monitorare per cercare punti di acquisto in accordo con la ripresa del movimento rialzista, è proprio il range compreso tra 1,0630 e 1,0560, sia perché formando una pin candle il giorno 30 gennaio il mercato aveva respinto il primo vero tentativo di ribasso proprio in area 1.0630, sia perché tali livelli sono compresi tra il 50% e il 61,8% del range di Fibonacci che identifica il movimento al rialzo partito ad inizio 2017.

Pertanto un ritracciamento superiore al 61,8% del range principale denoterebbe particolare debolezza dell’euro, mentre la tenuta del livello attuale  in area 1.0590, con chiusura sopra a 1.0650, fornirebbe spunto per ricominciare a cercare acquisti sui supporti intraday.


Analisi, studio e grafici a cura di Filippo Giannini - www.TradingFacile.eu info@tradingfacile.net

0 commenti:

Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting