10 novembre 2017

La riforma fiscale di Trump pesa sul dollaro

Dollaro poco mosso nella giornata di ieri rispetto alle altre valute. A pesare sugli scambi sono state le preoccupazioni sul disegno di legge riguardante la riforma fiscale di Donald Trump.


L' indice del dollaro americano, che misura l’andamento della divisa USA contro un paniere di altre sei valute principali, è oggi stabile a quota 94,5.

I senatori repubblicani degli Stati Uniti hanno rilasciato ieri il loro disegno di legge sulla riforma fiscale, che consiste in un taglio del tasso d'imposta sulle società al 20 per cento, ma con un ritardo di attuazione di un anno rispetto al disegno della Camera.

Infatti, anche la proposta della Camera, rilasciata una settimana fa, ridurrebbe il tasso corporate al 20 per cento rispetto all'attuale massimo del 35 per cento, ma avrebbe effetto a partire dal 2018.

Analisi tecnica

A livello grafico, su time frame giornaliero, il Dollar Index ha completato un modello testa e spalle rovesciato, superando il livello di 94.10 lo scorso 26 Ottobre.

La figura tecnica, di chiara implicazione rialzista, mostra una ritrovata fiducia nei confronti del biglietto verde, identificando un potenziale target al rialzo in area 97.20, dato dalla proiezione della massima distanza tra neckline e minimo, calcolata dal punto di completamento del modello.

Tra l’altro sui livelli nell’intorno di 96.80-97.50 il mercato ha stazionato in trading range nei mesi di maggio e giugno scorso, prima dell’ultimo allungo ribassista; per questa ragiona ci si aspetta che gli investitori possano considerare tale zona di prezzo come area sensibile.


0 commenti:

Twitter Delicious Facebook Digg RSS Favorites More

 
Cheap Web Hosting