Petrolio in calo in vista della riunione OPEC


Da qualche giorno  il mercato petrolifero sta mostrando grandi difficoltà; i prezzi del greggio  sono crollati in vista della riunione OPEC, che si terrà il 22 giugno a Vienna, tra le aspettative degli investitori di un aumento della produzione.

In questo lunedì, i futures del petrolio Brent e WTI stanno estendendo le grandi perdite fatte registrare nel fine settimana.

Il prossimo incontro OPEC potrebbe essere il più controverso degli ultimi anni, la Russia e l’Arabia Saudita spingono per allentare i limiti alla produzione di greggio messi in atto lo scorso anno; mentre, Iran, Venezuela e Iraq cercheranno di opporsi.

La Russia dovrebbe proporre di aumentare la produzione di 1,5 milioni di barili al giorno.

"Se il Regno dell'Arabia Saudita e la Russia vogliono aumentare la produzione, ciò richiede l'unanimità. Se i due vogliono agire da soli, si tratta di una violazione dell'accordo di cooperazione ", ha affermato il portavoce ministro del commercio Iraniano, Hossein Kazempour Ardebili.

A parte l'incontro molto atteso dell’OPEC, i mercati stanno anche affrontando la minaccia di una guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo.

A partire dal 6 luglio, gli Stati Uniti imporranno dazi per colpire 34 miliardi di dollari di prodotti cinesi; in risposta, la Cina ha rapidamente pubblicato un elenco di prodotti statunitensi che saranno colpite con nuove tariffe e tra cui figurava anche: carbone, petrolio e benzina.

Al momento della scrittura, il future sul petrolio WTI, con scadenza agosto 2018, viene scambiato a 63,83, in calo del 1,57%. Venerdì il contratto è sceso di 1,83$ facendo registrare un crollo del 2,74%.
Il future sul greggio Brent viene invece negoziato a 73 $ al barile, in calo dello 0,56%. Domenica il contratto, con scadenza agosto 2018, è crollato del 3,29%, una perdita così alta non si registrava da inizio Aprile.

Scritto da: Alessio Moretti

Commenti