Il Bitcoin estende i guadagni



Dopo un semestre in ombra, i tori sembrano finalmente tornati a dominare il mercato del Bitcoin. La criptovaluta numero uno al mondo ha toccato un massimo di 8.500$ nella giornata di ieri, salvo poi chiudere a 8.394$ (+8,74%), proseguendo così il rally iniziato nei giorni scorsi.

In circa 10 giorni il bitcoin è salito del 30%, portando la propria capitalizzazione di mercato oltre i 140 miliardi di dollari; tuttavia il suo valore di mercato è ancora ben al di sotto (di circa $ 200 miliardi) rispetto ai massimi raggiunti a dicembre 2017.

L'inversione di tendenza riguardo le aspettative di bitcoin è stata generata principalmente dal ritrovato interesse dei grandi colossi del settore finanziario e istituzionale. 

BlackRock, il più grande gestore patrimoniale del mondo, ha formato infatti un team con lo scopo di esaminare le opportunità di investimento in criptovalute e tecnologia blockchain.

Inoltre la settimana scorsa, un altro big player come l’Exchange americano CBOE ha presentato una richiesta formale alla Securities and Exchange Commission (Sec) per creare un ETF sul Bitcoin.

A tal riguardo la decisione era attesa in questi giorni, ma la SEC ha annunciato ieri di aver bisogno di un periodo più lungo per valutare la questione, posticipando così la domanda di approvazione dell'exchange-traded-fund al 21 Settembre.

In caso di esito positivo, potremmo assistere ad un ulteriore apprezzamento del bitocin, che vede il prossimo importante target a quota 10.000$.

Al momento della scrittura il Bitcoin viene scambiato a 8.300$, in calo dell’1.13%; a livello tecnico il ritracciamento odierno è del tutto fisiologico, essendo stata raggiunta nella sessione di ieri la resistenza a quota 8.500. 

La correzione attuale potrebbe estendersi fino ad area 8.000 punti, dove tuttavia ci aspettiamo che i compratori riprendano nuovamente le redini del mercato; i prossimi target  di  breve sono posizionati a 9.089,9.555 e 9.800 dollari.

Lo scenario si modificherebbe soltanto qualora osservassimo un break al ribasso di 7.220 dollari.

Le altre criptovalute non tengono il passo del Bitcoin

Mentre il Bitcoin tenta l’allungo al rialzo, le altre criptovalute non riescono a tenere lo stesso passo; il bitcoin rappresenta ormai circa il 50% dell’intero mercato crypto.

Ethereum, la seconda criptovaluta più popolare, ieri ha realizzato un guadagno del 6.79% dopo alcuni giorni di difficoltà; tuttavia le sue quotazioni sono ancora al di sotto dei 500$. 

Bitcoin Cash e Litecoin sono saliti entrambi di circa il 10% nella sessione di ieri, anche se il saldo a 7 giorni resta soltanto leggermente positivo.

Tra le prime 20 criptovalute, solo Monero sta mostrando un rialzo significativo; negli ultimi 10 giorni le sue quotazioni sono passate da 122$ a 140$ (+15%).

Commenti