La guerra commerciale si intensifica, Trump annuncia un nuovo piano di dazi contro la Cina



La guerra commerciale tra Usa e Cina entra sempre più nel vivo, nella giornata di ieri l'amministrazione di Trump ha annunciato un elenco di prodotti cinesi, del valore di 200 miliardi di dollari, che possono essere soggetti a nuovi dazi del 10%.

Le tariffe non entreranno in vigore immediatamente ma saranno sottoposte a un processo di revisione di due mesi, con incontri decisivi fissati dal 20 al 23 agosto.

L’annuncio arriva a meno di una settimana di distanza dall’entrata in vigore dei dazi del 25% su 34 miliardi di prodotti Cinesi. In risposta, dopo qualche giorno, anche Pechino ha colpito con gli stessi dazi i prodotti americani.

Il nuovo elenco mostra che Washington sta prendendo di mira le principali industrie manifatturiere cinesi e in particolar modo i settori dell’elettronica, dei tessuti e dei prodotti in metallo. Nell'ambito di tali settori, figurano merci come: frigoriferi, borse, cotone e prodotti in acciaio e alluminio. Anche le industrie alimentari e quelle dei prodotti per la cura alla persona saranno interessate.

Per la Cina, le esportazioni in America rappresentano il 19% delle esportazioni totali, l’eventuale entrata in vigore di dazi su 200 miliardi di dollari di prodotti, sarebbe un duro colpo per l’economia di Pechino.

La reazione dei mercati

Le borse asiatiche sono tutte affondate dopo l’annuncio di Donald Trump.

L’indice Nikkei di Tokyo cede l’1,19%, mentre l’Hang Seng di Hong Kong al momento della scrittura sta perdendo l’1,60%.

In negativo anche lo Shanghai Composite Index, che ha chiuso a quota 2.777, in calo dell’1,78%.


Commenti